È di nascita recente l’azienda Campo al Signore, produttrice di vini di Bolgheri, che ho avuto il piacere di conoscere all’ultima edizione dell’Only Wine Festival.

Ringrazio Emanuele Kottakis per avermi presentato Luca e Valentina, i titolari di questa nuova realtà nel cuore di Bolgheri.

Luca e Valentina mi raccontano di essere stati colti da un desiderio profondo di possedere uno spazio in campagna in cui riprendere i ritmi lenti e lontani dalla frenesia quotidiana. Nel 2010 acquistano un casale in Bolgheri e lo trasformano, grazie ad attenti lavori di ristrutturazione in una residenza calda ed accogliente. Al piano interrato la cantina di vinificazione, la barricaia, la libreria dei vini ed una sala degustazione. La tenuta contempla anche un box con macchine d’epoca, di cui Luca è collezionista.

Intorno orto, giardino, vigne, uliveto e frutteto. L’azienda Campo al Signore si trova in Toscana lungo la via bolgherese, la strada che porta da Castagneto Carducci, al famosissimo viale di Bolgheri, su un territorio vocato alla viticoltura, protetto dalle colline e dalla vicinanza al mare.

I vini vengono prodotti nel pieno rispetto della natura e dei grappoli che vengono vendemmiati a più riprese.

Nell’attesa di visitare la loro tenuta ho degustato con loro:

Vino Rosato di BolgheriRosato Bolgheri DOC 2019, Sangiovese 60% Merlot 40%, vendemmiati nell’ultima decade di agosto. Vinificazione in bianco di grappoli diraspati e pigiati in modo soffice. Questo rosato si ottiene dal salasso di una parte di mosto. Affinamento di almeno 6 mesi sulle proprie fecce.

In etichetta Luca e Valentina in un’opera di Missaglia per un rosato dal colore delicato.

Al naso intenso con profumi di frutti estivi, pesca, albicocca ed una nota agrumata. Buona struttura ed acidità. Un vino che si beve molto volentieri.

 

 

vini di Bolgheri merlot campo al SignoreBolgheri 100% Merlot 2018, vendemmiato nella seconda decade di settembre.I grappoli diraspati non vengono pigiati in modo da rispettare la massima integrità delle bucce. Durante la fermentazione alcolica vengono eseguiti frequenti follature per favorire l’estrazione dalle vinacce di aromi, colore e tannini. Terminata la macerazione, che può variare da 8 a 12 giorni, si effettua la svinatura, cui segue la malolattica e l’affinamento in botti di rovere da 500 litri. Dal colore rubino profondo emergono intensi profumi di amarena matura e mora. Il sorso è caldo e morbido, ricco.

 

Chiude la degustazione Campo al Signore 2017. Cabernet Sauvignon 50%, Merlot 40% , Petit Verdot 10 %, vendemmiati a partire dalla terza decade di settembre.

Cabernet Sauvignon e Petit Verdot sono vinificati con i raspi. Dopo la svinatura ed il travaso il vino compie la malolattica. CAMPO AL SIGNORE DOC Bolgheri è affinato in botti di rovere da 500 litri. Ha già vinto dei premi (Councours Mondial Bruxelles 2020 – The United Nations of Fine Wine: The Silver Medal Campo al Signore Rosso 2016) questo vino che rappresenta al meglio la filosofia aziendale in cui si fondono studio e sperimentazione.

Un vino elagante, caldo e morbido, con un tannino ben integrato.

Le sorprese non sono finite, attendo di visitarli in cantina e di degustare i loro vini di Bolgheri, frutto di un nuovo progetto in collaborazione con Jamin, start up italiana leader degli affinamenti subacquei.